domenica 5 aprile 2015

Agnellini a Pasqua e stivaletti decapitati.




Nel frattempo Lisa avanza verso il nostro tavolo sfoderando tutta la sua abilità nel catwalking.
<<Buonasera. Gradisce dare uno sguardo alla nostra lista?>> la seducente ancella soffia la richiesta direttamente sul collo del mio accompagnatore.
Io ne approfitto per cercare di rimettermi gli stivaletti e per errore gli sfioro la tibia.
<<Ahia! Questo tavolo tira calci!>> sbircia sotto il tavolo e scopre, piacevolmente sorpreso, i miei piedi nudi.
Le sue sopracciglia ad ali di gabbiano si incurvano e le labbra da tulipano nero si schiudono in un’espressione di beato stupore. 
 <<Mmm…ho capito! Hai voglia di giocare eh?>> aggiunge iniziando a fare le fusa come un gattone.
E all’improvviso mi afferra la mano e, con la forza di un guerriero boscimano, mi trascina via dal locale sotto lo sguardo attonito di Lisa, improvvisamente ammosciato come i suoi palloncini di bubble gum.
 <<No, guarda, credo ci sia un equivoco!>> io lo seguo con uno stivaletto decapitato in mano.
Lui mi sfiora le labbra con il suo ditone <<Stai tranquilla. Emma mi ha detto…>>
 E in un attimo mi ritrovo pigiata nell’abitacolo della sua Jaguar, con lui che cerca di farmi la festa, come un agnellino a Pasqua.
<<Ehi, calma un po’!>> sguscio da una parte all'altra cercando di tenere a freno i suoi tentacoli.
 <<Perché non mi parli dell’ultimo cocktail che hai inventato?>>
Ma è del tutto inutile perché i suoi ormoni sono ormai più scoppiettanti dei botti di capodanno a Napoli.
Il braccio con la Beata Vergine si attorciglia al mio fianco mentre io tento un nuovo, disperato, diversivo verbale <<Ma che bel tatuaggio! Sei credente?>>
 << Io credo solo in me stesso.>> risponde mordicchiandomi un lobo.
La serpe tatuata e il naso in cartongesso avanzano incessanti verso di me, mentre lui mi fissa languido, con le pupille sempre più acquose e dilatate.
Mentre mi scosto il mio polpastrello sfiora la sua cornea e qualcosa di umidiccio e gommoso schizza via come una saetta.
 <<Ahia! Ma che cavolo fai!>> si ritrae di colpo imprecando.

Oddio gli ho fatto lo scalpo pupillare!

Viola, vertigini e vaniglia - Monica Coppola - Booksalad - a maggio in libreria!


2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara, stavo per risponderti e invece o eliminato mannaggia! Sì il libro è prenotabile :)

      Elimina

Si è verificato un errore nel gadget

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. I testi contenuti in questo blog sono protetti da copyright.
La realizzazione grafica si deve a Maria Teresa Di Mise.
www.mariateresadimise.com
L'editing è curato da Stefania Crepaldi che trovate al sito
http://editorromanzi.it/